Ci sono anche due italiani tra i nuovi giudici del Tribunale Ue. Si tratta di Ornella Porchia e Roberto Mastroianni, che sono stati nominati giudici del Tribunale Ue dai rappresentanti dei governi degli Stati membri. Lo rende noto il Consiglio europeo. Il loro mandato avrà inizio il primo settembre 2019 e scadrà il 31 agosto 2025. Porchia e Mastroianni sono stati scelti nell’ambito del rinnovo parziale della composizione del Tribunale in vista della scadenza del mandato di 23 giudici il prossimo 31 agosto. Lo svedese Nils Wahl è stato invece nominato per sostituire, a partire da ottobre, il compatriota Carl Gustav Fernlund alla Corte Ue.

Professoressa ordinaria di diritto dell’Ue presso l’Università degli Studi di Torino, Ornella Porchia ricopre già il ruolo di consigliere giuridico della Rappresentanza permanente italiana presso l’Ue.

Il profilo
dei due giudici
italiani

Classe 1964, Roberto Mastroianni è nato a Cosenza e insegna Diritto europeo all’Università di Napoli Federico II e alla Luiss di Roma. Dal 2015 collabora anche con l’ufficio legislativo del Dipartimento per le politiche europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri.