Dice di “invidiare un po’” l’astronauta Luca Parmitano pronto a partire verso la Iss, perchè, spiega il Coordinatore delle attività spaziali di Leonardo, Luigi Pasquali “per noi che lavoriamo nel settore spaziale quale migliore giornata per un astronauta volare in orbita proprio a 50 anni dallo sbarco del primo uomo sulla Luna”.

“E’ straordinario. E’ emozionante” scandisce il manager. “Prima, nei decenni scorsi, c’era la fantascienza, poi è arrivata la scienza” commenta Pasquali ricordando il grande passo per l’umanità che rappresentò lo sbarco sulla Luna, 50 anni fa.

La Stazione spaziale internazionale

Luca Parmitano, “in questa missione si gioca anche la partita di comandante della Stazione Spaziale Internazionale” sottolinea ancora Pasquali, amministratore delegato di Telespazio, la joint venture tra Leonardo 67% e Thales 33% che, nella missione Beyond di Luca, in collaborazione con Argotec, sta già svolgendo le attività di supporto a cinque dei sette esperimenti finanziati e gestiti dall’Agenzia Spaziale Italiana.

Inoltre, la sede di Napoli Telespazio ospita e gestisce il Centro di controllo che seguirà le fasi dei vari esperimenti in collegamento simultaneo con i team scientifici in Italia e con i centri internazionali di Esa e Nasa.

Anche Playmobil a bordo della missione

Insieme a Luca Parmitano, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea, anche Playmobil parteciperà alla missione, in collaborazione con European Space Agency (ESA) e Agenzia Spaziale Italiana (ASI), per avvicinare i più piccoli alla tecnologia e alle attività spaziali.

“Playmobil da sempre stimola l’immaginazione dei bambini, che attraverso il gioco possono scoprire e comprendere anche concetti complessi legati alla scienza e alla tecnologia – spiega Andrea Galmozzi, responsabile marketing di Playmobil Italia –. Questa collaborazione ha l’obiettivo di aiutare anche i più piccoli a scoprire il fascino dell’Universo e, chissà, di essere fonte di ispirazione per gli astronauti del futuro”.

“Abbiamo scelto di collaborare con Playmobil, felici di fare da apripista condividendo linguaggi culturali provenienti da settori differenti – spiega Francesco Rea, responsabile comunicazione di ASI -. Il futuro è il nostro presente. Playmobil da tempo immagina i suoi personaggi nello spazio, ora lo spazio è una realtà e un domani non basteranno gli astronauti, ma dovranno rappresentare i popoli lunari e marziani, il futuro del genere umano”.

A ottobre, in occasione della nomina di Luca Parmitano al comando della Stazione Spaziale, il primo italiano nella storia, uscirà in edicola una speciale edizione della rivista “Playmobil Magazine” dal titolo “Missione su Marte”, con contenuti creati ad hoc in collaborazione con ASI ed ESA per il mondo dell’infanzia. Con il giornale ci sarà in regalo anche una sorpresa dedicata alla missione.

Playmobil attraverso il gioco accompagna adulti e bambini in nuove scoperte ed emozionanti avventure, e lo farà anche in questo viaggio speciale, offrendo anche ai più piccoli l’opportunità di conoscere e approfondire i dettagli e i segreti di una professione leggendaria come l’astronauta.