E’ in programma venerdì 17 maggio alle ore 18,45, nello stupendo scenario della Cripta dello Spirito Santo (Chiesa del Carmine) di Torre Annunziata, la “giornata del Brigante”, organizzata dall’Associazione “Progetto Cripta” e dalla Faber edizioni, con la collaborazione dell’Associazione “La Fenice Vulcanica” di Boscoreale e dal Centro di studi storici oplontino Nicolò d’Alagno con il patrocinio morale del Comune di Torre Annunziata.

L’iniziativa si aprirà con il dibattito “Il Mezzogiorno, tra identità e futuro” cui parteciperanno: Antonino Ballarati storico meridionalista calabro, autore dei saggi “Il Regno Perduto” e “La storia proibita dei Borbone” editi dalla editrice napoletana Iuppiter; il meridionalista ed oplontino doc, Mimmo Della Corte, opinionista del quotidiano “Roma” e
autore di “Supersud – quando eravamo primi” e “Capitale Sud – per tornare primi” editi dalla Iuppiter e Vincenzo Marasco, storico e autore tra gli altri di “Vita, opere e azioni di 22 Figli illustri di Torre Annunziata”.

 

Seguirà, la “Cantata di Supersud” tratta dal libro omonimo e musicata dal Maestro Giancarlo Amorelli del Teatro San Carlo di Napoli e letture interpretate da: Giuseppe Moretto, Mariarosaria Izzo, Alfonso Cirillo, Anna Vitiello, Marianeve Vitiello e Laura Inserviente. La “Cantata” sarà arricchita dal maestro Amorelli che interpreterà alcune canzoni classiche napoletane.

Chiuderà una sintesi della commedia: “Briganti, sospiri e canti” di Ludovico Molinari, rivisitata da Tommaso Oropallo, con Vincenzo Tortora e la compagnia “Frizzi e Lazzi”.