Venerdi 14 giugno, alle ore 17.30, si svolgerà a Castellammare di Stabia un’assemblea pubblica in Villa Comunale (nei pressi della cassa armonica) per discutere sulla privatizzazione dell’acqua.

Saranno presenti, Ernesto Zona, Comitato Acqua Pubblica di Castellammare di Stabia, Giuseppe Grauso, Coordinamento Campano Acqua Pubblica, Massimo Pelliccia, sindaco di Casalnuovo, Franco Gioia, consigliere di Distretto per il Comune di Fisciano, Gianluca Napolitano, Consigliere Distretto Sarnese Vesuviano, Ida dello Ioio, Rete Civica ATO3 Campania e, in qualità di moderatore, Vincenzo Iurillo, giornalista del Fatto Quotidiano. Invitato a intervenire anche il Sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino.

 

“GORI – si legge in una nota – vuol dire bollette alle stelle, distacchi selvaggi, continue intimidazioni agli utenti. Nonostante inchiester giudiziarie, grazie a controllori, complici e accordi sottobanco, la società colabrodo vuole scarivare la sua mostruosa situazione sugli utenti con l’appoggio della Regione Campania e di Comuni compiacenti e farci pure i profitti. I comitati tornano in piazza per denunciare e proporre soluzioni”.