TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Dalla Cina un riconoscimento per l’Università Giustino Fortunato: lo studente Matteo Ponziani, iscritto al Corso di laurea in Scienze e Tecnologie del Trasporto Aereo, ha vinto il secondo Model Icao Forum, che si è svolto a Shenzhen dal 12 al 14 dicembre nel corso del Global Summit.

L’Icao Forum, organizzato dall’Agenzia specializzata dell’Onu per l’aviazione civile (Icao), è una competizione internazionale, informa una nota dell’Ateneo, «fra gruppi
di studenti provenienti dalle università
di tutto il mondo, e quest’anno per l’Italia ha preso parte solo l’UniFortunato»

I 180 studenti che hanno partecipato a Shenzhen, provenienti da 27 Università di 28 Stati, durante la competizione sono stati divisi in 16 team internazionali, per sfidarsi in un girone eliminatorio che prevedeva lo sviluppo di case study in gruppo sui quattro temi assegnati: unamend aircraft (Uas-ovvero veicoli che volano senza piloti), trasporto merci pericolose, security ed aspetti socio-economici dell’aviazione. Il gruppo di Matteo Ponziani – coordinato da Philip Dawson, funzionario Icao, dal prof.

Wang Yingxun dell’Università Beihang di Pechino e da Filippo Tomasello, senior partner di EuroUSC Italia, e composto da studenti provenienti dalla Francia, dalla Norvegia, da Singapore e da sette università cinesi – ha trattato il tema UAS. Prosegue la nota: «La giuria di dirigenti Icao ha valutato come migliore in assoluto il team dello studente UniFortunato, soprattutto per la professionalità dimostrata nello sviluppare e nel presentare la valutazione del rischio per operazioni Uas». Il premio ai vincitori è stato consegnato pubblicamente a Matteo Ponziani e ai suoi compagni di squadra dal dottor Fang Liu, segreteria generale dell’Icao. «Sono molto contento della collaborazione e dello spirito di team che si è creato in poche ore fra i nostri studenti – ha detto il prof. Wang – Spero che l’Università Giustino Fortunato e la Beihang possano continuare a collaborare in futuro».

«Faccio i miei migliori complimenti a Matteo Ponziani che ha tenuto alta la bandiera italiana e la reputazione della Giustino Fortunato a livello mondiale, non solo contribuendo attivamente al team, ma anche presentando in inglese le conclusioni di fronte a più di 200 persone e rispondendo alle domande dalla platea», gli ha fatto eco il prof. Tomasello. Soddisfazione e’ stata espressa dal rettore dell’UniFortunato, Angelo Scala, che ha sottolineato l’importanza del lavoro svolto dai docenti del corso di Laurea L28 in Scienze e tecnologie del trasporto aereo.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT