A cadere nella trappola tesa da un truffatore della provincia partenopea, un 43enne di Agrigento

Mai dare le credenziali del proprio conto per telefono, soprattutto se si tratta di uno sconosciuto. Altrimenti si finisce come la persona raggirata da un finto operatore delle Poste. Quest’ultimo ha telefonato alla sua vittima – un 43enne residente ad Agrigento ma domiciliato per lavoro a Cavriago, nel Reggiano – e, con una serie di raggiri, è riuscito a farsi consegnare le credenziali dell’home banking, sottraendogli subito dopo 600 euro dal conto corrente. Protagonista della vicenda un 35enne abitante in provincia di Napoli, denunciato dai carabinieri della cittadina emiliana con l’accusa di truffa. I militari – cui il 43enne si era rivolto appena accortosi dell’ammanco – sono risaliti all’identità dell’uomo grazie al telefono usato per i contatti ed al tracciamento dei movimenti bancari. Al termine degli accertamenti il 35enne è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Reggio Emilia per il reato di truffa.