La sezione giurisdizionale per la Campania della Corte dei Conti

Tredici milioni di euro in bilico

Ci sarebbero 13 milioni di euro in bilico, quelli utilizzati per ripianare i debiti pregressi delle Asl. Secondo quanto riporta l’edizione odierna de Il Mattino, nell’articolo a firma di Carlo Porcaro, i magistrati della Corte dei Conti hanno acceso i fari su una operazione contabile della Regione Campania, ritenuta non idonea «per soggetti di diritto privato seppur con funzione pubblica». Nei fatti, argomentano i giudici, sarebbe stata «violata l’autonomia imprenditoriale delle singole aziende sanitarie campane». Nello specifico sono stati evidenziati lo spostamento di determinati proventi e una valutazione soggettiva del patrimonio. Relativamente alle due scelte di Palazzo Santa Lucia, ci sarà una verifica da parte della Corte dei Conti, ma al momento, è escluso che ci siano rischi per l’uscita dal commissariamento della sanità, obiettivo raggiunto con non poche difficoltà dall’Ente guidato da Vincenzo De Luca.