Armando Del Re al momento del fermo in Toscana
Armando Del Re al momento del fermo in Toscana

di Giancarlo Tommasone

Si è tenuto questo pomeriggio presso il carcere di Santo Spirito a Siena, l’interrogatorio di garanzia per Armando Del Re, ritenuto dagli inquirenti l’autore materiale della sparatoria in Piazza Nazionale, durante la quale è stata ferita la piccola Noemi. All’interrogatorio ha assistito anche l’avvocato Claudio Davino, legale difensore del 28enne.

Raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione, ha spiegato che il proprio assistito, durante un interrogatorio di circa due ore, ha respinto ogni addebito. Al giudice che lo ha interrogato circa gli spostamenti dell’ultima settimana, Del Re ha risposto che è rimasto a Napoli e che ha svolto la vita che svolge sempre. E’ stato a casa, in famiglia. Il 28enne è stato arrestato a Siena, mentre si recava insieme alla sorella e alla madre a far visita al padre, detenuto a San Gimignano.

Cosa che Armando Del Re ha ribadito nel corso dell’interrogatorio, respingendo anche la contestazione rispetto a un presunto tentativo di allontanarsi da Napoli. Il giudice deciderà relativamente alla convalida del fermo entro la giornata di lunedì.