Sopralluogo della polizia municipale in seguito al crollo dell'arco 'borbonico' (foto di repertorio)

Si indaga per fare luce anche sul valzer di competenze per il restyling del bene: i lavori di ripristino non sono mai partiti

Finisce sotto sequestro l’Arco Borbonico, naturalmente quello che ne resta, dopo il crollo che lo ha interessato tra la fine di dicembre e l’inizio gennaio. I carabinieri, su disposizioni della Procura, hanno posto sotto sequestro lo storico molo di Via Partenope, ieri mattina. Non è escluso che si indaghi per l’ipotesi di reato, al momento contro ignoti, di danneggiamento. Sotto la lente potrebbe finire anche il valzer di competenze innescato dopo il crollo, relativo a chi dovrebbe intervenire per il ripristino del bene (Comune o Autorità portuale?). A un mese dal crollo i lavori per il recupero dell’Arco Borbonico non erano ancora partiti.     

Riproduzione Riservata