mercoledì, Dicembre 1, 2021
HomeNotizie di CronacaArancia Meccanica dopo il calcetto: 13enne massacrato con calci e pugni a...

Arancia Meccanica dopo il calcetto: 13enne massacrato con calci e pugni a Pianura

- Advertisement -

Brutale aggressione all’uscita da scuola nella periferia ovest di Napoli, identificato il branco che ha spedito in ospedale un adolescente: ma i sette minorenni restano per il momento tutti in libertà

di Luigi Nicolosi

Massacrato per una partitella di pallone. Succede nella periferia ovest di Napoli, dove a conclusione di serrate indagini coordinate dalla Procura per i Minorenni e condotte dalla locale stazione dei carabinieri, sono stati individuati i sette adolescenti, tutti di di età compresa tra i 13 e i 14 anni, che lunedì, all’orario di uscita da scuola, nei pressi dell’istituto comprensivo “Ferdinando Russo”, nel quartiere Pianura, hanno aggredito con calci e pugni un altro 13enne, colpendolo anche con un tirapugni.

Le indagini hanno consentito agli investigatori di accertare che, circa una settimana prima, gli stessi sette minorenni, per futili motivi a seguito di una partita di calcio, si erano resi responsabili di un’aggressione analoga nei confronti dello stesso giovane e di un suo amico, minacciandoli in quell’occasione anche con un coltello. La vittima è tuttora in osservazione all’ospedale Santobono, per le contusioni multiple e trauma facciale riportati a seguito dell’aggressione. La vittima non è per fortuna in pericolo di vita, ma le sue condizioni di salute restano ancora piuttosto critiche. Nei confronti dei sette minorenni indagati, d’intesa con la Procura, i carabinieri di Pianura hanno effettuato elezione di domicilio per i reati di lesioni personali aggravate in concorso e porto abusivo di armi bianche. Indagini ancora in corso per accertare l’eventuale coinvolgimento di altre persone nella vicenda.

- Advertisement -

Leggi anche...

- Advertisement -