TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Non si deve mai abbassare la guardia contro la criminalità, nemmeno dal punto di vista morale. Bisogna reagire e non credere che quanto accada di malevolo sia la normalità. Non si deve mai abbassare la guardia contro la criminalità, nemmeno dal punto di vista morale. Bisogna reagire e non credere che quanto accada di malevolo sia la normalità.

“I bambini e i giovani non devono
abituarsi al male come se fosse normale”

Lo scrive don Michele Madonna, parroco della chiesa San Liborio alla Carità nel quartiere Montesanto di Napoli, non lontana dal luogo dove, la sera del 6 dicembre, è avvenuto il tentativo di rapina durante il quale Antonio Ferrara, 63enne commerciante molto noto nella zona, è stato colto da un malore. Ferrara è morto poco dopo nell’ospedale Vecchio Pellegrini dove era stato trasportato nel tentativo disperato di salvargli la vita. Don Michele Madonna, in una lettera rivolta alla cittadinanza, ha invitato la comunità a partecipare a una fiaccolata in ricordo di Ferrara che si terrà giovedì 13 dicembre alle 21.30.

“Carissimi amici – scrive don Michele Madonna – non possiamo vivere con indifferenza ciò che è accaduto al signor Antonio Ferrara. Questa cosa è gravissima e tocca tutti noi. Non è giusto che questa tragedia passi inosservata”. La fiaccolata, spiega don Michele Madonna, “sarà guidata dai giovani della parrocchia per dire no al male. Mi rivolgo al vostro cuore buono e vi chiedo di essere presenti tutti, insieme alle vostre famiglie e ai vostri amici. Diffondete questo messaggio e riportiamo la speranza nella vita della gente”, conclude la lettera.I bambini e i giovani non devono abituarsi al male come se fosse normale”.

Lo scrive don Michele Madonna, parroco della chiesa San Liborio alla Carità nel quartiere Montesanto di Napoli, non lontana dal luogo dove, la sera del 6 dicembre, è avvenuto il tentativo di rapina durante il quale Antonio Ferrara, 63enne commerciante molto noto nella zona, è stato colto da un malore.

Ferrara è morto poco dopo nell’ospedale Vecchio Pellegrini dove
era stato trasportato nel tentativo disperato di salvargli la vita

Don Michele Madonna, in una lettera rivolta alla cittadinanza, ha invitato la comunità a partecipare a una fiaccolata in ricordo di Ferrara che si terrà giovedì 13 dicembre alle 21.30. “Carissimi amici – scrive don Michele Madonna – non possiamo vivere con indifferenza ciò che è accaduto al signor Antonio Ferrara. Questa cosa è gravissima e tocca tutti noi. Non è giusto che questa tragedia passi inosservata”. La fiaccolata, spiega don Michele Madonna, “sarà guidata dai giovani della parrocchia per dire no al male. Mi rivolgo al vostro cuore buono e vi chiedo di essere presenti tutti, insieme alle vostre famiglie e ai vostri amici. Diffondete questo messaggio e riportiamo la speranza nella vita della gente”, conclude la lettera.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT