Antonello Velardi, sindaco di Marcianise

Un avviso di conclusione delle indagini emesso dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) e’ stato notificato dai carabinieri al sindaco di Marcianise, Antonello Velardi, e ad altre cinque persone, tutte accusate di aver prodotto firme false durante la procedura di presentazione della candidatura dello stesso Velardi, nel 2016.

ad

Secondo la Procura – sostituti Alessandro Di Vico e Vincenzo Quaranta – gli indagati avrebbero indotto in errore la sottocommissione elettorale circondariale di Marcianise in ordine alla regolarita’ delle sottoscrizioni. In particolare la “Sottocommissione avrebbe attestato la validita’ delle sottoscrizioni (239 firme) e la relativa regolarita’ delle autenticazioni, laddove 99 risultavano false, deliberando illegittimamente l’ammissione alla candidatura di Antonello Velardi a sindaco”. Velardi si presento’ con la lista “Orgoglio Marcianise con Velardi sindaco”.

 

Dal canto suo, Velardi, in un post su Fb, scrive: “Francamente non so quali siano le mie responsabilita’ in relazione a questa vicenda che ignoro del tutto. Nessuno me lo ha mai chiesto. Spieghero’ agli inquirenti tutto cio’. Non so neanche di che cosa si parli. Il mio coinvolgimento e’ solo legato al fatto che ero candidato, non mi sono mai occupato direttamente o indirettamente della raccolta di firme”.