I fatti.

“Quando parliamo di pessima gestione aziendale è perchè in ANM, nonostante la crisi, continuano ad accadere cose strane”. E’ quanto sottolinea, in una nota, Marco Sansone del Coordinamento Regionale USB Lavoro Privato. “Negli ultimi mesi – spiega il sindacalista – sono stati assunti 120 autisti a tempo determinato, ma nello stesso periodo sono stati promossi 60 dipendenti da autisti ad ispettori a tempo indeterminato. In pratica un ispettore ogni 12 autisti che, rapportato al servizio, significa un ispettore ogni 4 autobus circolanti. Eppure, sia l’Amministrazione Comunale che quella Aziendale, continuano a dire che, con i nuovi assunti, i bus per strada siano aumentati del 20%, riducendo di fatto le attese alle fermate”.

ad

“Intanto – continua Sansone – il ritorno alla normalità, in una città come Napoli, diventa evento. Stiamo assistendo nelle ultime ore alla spettacolarizzazione del fallimento gestionale: il ritorno in strada del tram che, tra l’altro, riparte a mezzo servizio, limitatamente alla tratta Poggioreale – Municipio. Una ripresa che avviene con enorme ritardo e solo grazie all’impegno, oltre che dei lavoratori, del nuovo direttore di Esercizio”, conclude Sansone.

Riproduzione Riservata