TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Rione Luzzatti 3 maggio 1950. E’ scritto cosi’ sulla scatola dei vecchi negativi in bianco e nero dell’Archivio Riccardo Carbone che mostrano scorci del rione dove e’ ambientato il romanzo ‘L’amica geniale’ di Elena Ferrante, negli anni dell’infanzia delle due protagoniste Lenu’ e Lila.

ad

Nelle foto, solo alcune stampate per l’occasione dell’esordio televisivo, i primi segni di ripresa in un quartiere ancora segnato dalla guerra con gente comune e scolaresche che si muovono tra edifici spogli, fogne a cielo aperto e travi che sostengono mura di palazzi bombardati.

 

“Immagini – come spiegano i curatori dell’archivio – come quelle viste in tv dove l’ambientazione storica del rione e’ restituita fedelmente dalle scenografie allestite dalla produzione in provincia di Caserta”. L’Archivio Carbone, in parte gia’ consultabile sul sito www.archiviofotograficocarbone.it, viene recuperato grazie alla campagna di digitalizzazione e catalogazione portata avanti dall’Associazione Riccardo Carbone ONLUS.

 

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT