TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

La «American Laundry Ospedaliera spa», con sede a Melito, è una delle lavanderie industriali più importanti della Regione, con rapporti con importanti ospedali quali il Cardarelli, Pascale, Santobono, Pausilipon, Rimmo di Benevento. Ma, dopo essere finita sotto la lente di ingrandimento della Dda per le infiltrazioni dei clan camorristici che avevano visto dell’azienda la possibilità di un affare milionario, il prefetto Carmela Pagano ha emesso nei suoi confronti l’interdittiva antimafia, già comunicata ai responsabili delle strutture sanitarie che usufruiscono dei suoi servizi, che le impedisce di lavorare per la pubblica amministrazione.

A riferirlo è un articolo del ‘Corriere del Mezzogiorno’, che riporta come, sebbene non si tratti di un provvedimento che debba avere effetto immediato, per non interrompere da un giorno all’altro la fornitura, la Prefettura ha chiesto ai vertici ospedalieri tutte le informazioni necessarie per procedere agli avvicendamenti. A cominciare dai rapporti negoziali con la società, “evidenziando i contratti per i quali sussista l’urgente necessità di assicurare il completamento dell’esecuzione degli stessi per garantire la continuità di funzioni e servizi indifferibili”. Il tutto precisando “la tipologia del servizio” e “se è indifferibile”, oltre che “il numero delle persone occupate e l’importo dell’eventuale danno delle entrate fiscali”.

 

Proprio recentemente un centinaio di lavoratori dell’azienda, che aveva subito presunte infiltrazioni camorristiche, in particolare dalla fazione dei casalesi facente capo a Francesco Bidognetti, hanno ricevuto una lettera di licenziamento, scatenando come reazione una forte protesta. Con la situazione ridimensionata solo con un accordo e la proroga degli ammortizzatori sociali.

Interdittiva anche per l’impresa di onoranze funebri ‘Eredi Cesarano’

Altra inderdittiva antimafia, anche per l’impresa di onoranze funebri “Eredi Cesarano” di Calvizzano, che nel 2015 si occupò dei funerali di un boss dei Casamonica a Roma. Ditta che sarebbe vicina a elementi del clan Nuvoletta-Polverino di Marano. Ad annunciarlo è stato lo stesso ministro dell’Interno Matteo Salvini.

 

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT