Il centro di distribuzione Amazon ad Arzano

L’invito ai consumatori: oggi evitare acquisti sulla piattaforma di e-commerce

Anche Napoli scende in campo per sostenere i lavoratori di Amazon, i driver che secondo le sigle sindacali sarebbero costretti a turni massacranti. La mobilitazione è prevista ad Arzano alle 12.30 di oggi, davanti al centro di distribuzione della azienda. Ma Amazon, oggi, sarà ferma nell’intera penisola, per lo sciopero degli addetti degli hub e di quelli alle consegne, i driver, circa 30-40mila in tutta Italia. Si tratta, di fatto, del primo stop in Italia di tutta la filiera, e i dipendenti che dalle 7 incrociano le braccia davanti ai cancelli degli stabilimenti del colosso del commercio elettronico, chiedono la solidarietà dei consumatori invitandoli a evitare acquisti per l’intera giornata.

Lo sciopero è indetto da Filt Cgil, Fit Cisl, e Uiltrasporti riguarda tutto il personale dipendente di Amazon Logistica Italia cui è applicato il Ccnl Logistica, Trasporto merci e Spedizione, Amazon Transport Italia e di tutte le società di fornitura di servizi di logistica, movimentazione e distribuzione delle merci che operano per Amazon Logistica ed Amazon Transport. La mobilitazione è stata annunciata dieci giorni fa perché, hanno spiegato i sindacati, la trattativa tra Filt Cgl, Fit Cisl, Uiltrasporti e Assoespressi, sulla piattaforma per la contrattazione di secondo livello della filiera Amazon, «si è interrotta bruscamente a causa dell’indisponibilità dell’associazione datoriale ad affrontare positivamente le tematiche poste dal sindacato».

ad
Riproduzione Riservata