Risparmiatori truffati dalla Deiulemar in corteo (foto di repertorio)

Brutte notizie per i 13mila, speranze ridotte al lumicino per accedere al Fondo indennizzo risparmiatori

Con il nuovo Governo (Draghi al posto di Conte), i 13mila truffati dalla Deiulemar (il crac della compagnia armatoriale ha aperto un buco, in totale, di circa 800 milioni di euro) rischiano di non poter entrare a far parte del Fondo indennizzo risparmiatori. Nonostante il deputato grillino Luigi Gallo, abbia rassicurato tutti, appena due mesi fa. L’ostacolo, al netto delle «promesse» (di Gallo, che lasciano il tempo che trovano) è rappresentato dal fatto che la principale interfaccia con i risparmiatori truffati, l’ex sottosegretario all’Economia Alessio Villarosa, non solo non ricopre più l’incarico, ma è stato espulso dal M5S. Il focus sulla situazione relativa ai 13mila azionisti truffati è stato realizzato dal quotidiano Metropolis.    

Riproduzione Riservata