TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

“Tre euro o ti rompo o faccio sparire l’auto”. Con l’accusa di tentata estorsione i carabinieri del Nucleo Radiomobile del Reparto Operativo di Napoli hanno arrestato un parcheggiatore abusivo, il 59enne Alfredo Balestrieri, responsabile di tentata estorsione nei confronti di un’automobilista che aveva parcheggiato l’auto nei  pressi dei giardinetti di via Ruoppolo. Al suo arrivo, appena sistemata la vettura, il malcapitato, un 32enne napoletano, è stato avvicinato da Balestrieri che gli ha chiesto 3 euro. Al rifiuto dell’uomo, il parcheggiatore lo ha dapprima minacciato di aggressione fisica, per poi ribadire che  quei soldi gli spettavano, altrimenti gli avrebbe danneggiato o  fatto sparire la vettura.

ad

Il 32enne ha chiamato il 112 per chiedere l’intervento  dell’Arma. Mentre la vittima parlava con la Centrale, il  parcheggiatore abusivo guardava con insistenza la targa ma quando la gazzella ha imboccato via Kauffman e si stava  avvicinando, si è allontanato velocemente a piedi inoltrandosi  nella zona pedonale dei giardinetti di via Ruoppolo. I carabinieri lo hanno intercettato mentre si stava  allontanando, cercando di passare inosservato in mezzo a  famiglie e bambini a passeggio. L’uomo, che non ha opposto  resistenza, è stato sottoposto a perquisizione personale. Nelle  tasche aveva 13 euro in monete di vario taglio ritenute provento dell’attività abusivamente esercitata fino ad allora. Sarà  processato in giornata con rito direttissimo.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT