TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

“Il 30 giugno scorso abbiamo chiesto a tutela dei lavoratori marittimi, così come previsto dalla Legge Cociancich, l’effettivo monitoraggio da parte degli Organi Competenti in ordine alle variazioni del numero delle imprese nazionali ed europee iscritte nel registro internazionale e il numero dei lavoratori occupati …ad oggi nulla abbiamo saputo!
Questo è grave perché lascia capire la lentezza o peggio l’accondiscendenza alle lobby armatoriali dei preposti.
I tempi per noi sono scaduti ed il prossimo step sarà la magistratura.
L’estate sta finendo….quest’estate che ha portato verso la Sardegna un po’ meno vacanzieri e che adesso due scalmanati politici sardi vogliono addossare le colpe della debacle numerica all’alto costo dei prezzi via mare della Tirrenia ed ancor peggio verso i suoi dipendenti, incolpandoli del black-out e definendo non accoglienti e sporche le navi e chiedono che venga tolta la convenzione.
E’ noto a tutti ed ancor più al laborioso popolo Sardo che loro aspirano alla poltrona della presidenza della Regione prevista nei prossimi mesi e per raggiungere questa poltrona hanno scelto con l’aiuto del diavolo (M. Grimaldi e company) di fare questa becera politica.
Naturalmente non sono interessati alla nostra battaglia per il lavoro agli italiani (sardi compresi) perché il loro Mentore ha navi da offrire a basso costo grazie al libertinaggio del suo fare, imbarcando un folto numero di marittimi extracomunitari sottopagati e beneficiando anche di sgravi fiscali.
Lo stesso loro Mentore che aveva annunciato mille posti di lavoro non ci risulta abbia fatto chiamate ai Collocamenti presso le Capitanerie e quei pochi Marittimi che in questa estate (dormendo per terra e senza soldi) hanno trovato lavoro solo con le navi Tirrenia.
Questi paladini del popolo sardo e dei vacanzieri hanno dimenticato quanto disastro economico e sociale hanno fatto?
Ricordano il fallimento Enermar? Quanti lavoratori per strada e dimenticati?
Ricordano il fallimento Saremar? Poi regalata e quanti lavoratori ancora aspettano il reimpiego?
Ricordano la GOINSARDINIA? Fine estate 2014 coi suoi 25000 passeggeri Turisti e Sardi abbandonati sulle banchine .
Per fortuna ci furono i LADRI di Sovvenzione a salvare quello schifo e ad aiutare quella gente ci furono gli incapaci lavoratori della Tirrenia… si quelli delle cabine sporche e dai servizi inesistenti !!!
Il resto…………. Bla Bla Bla

ad

la Segreteria Nazionale

Alessandro Pico

 

Federmar il Sindacato che disturba”

Riproduzione Riservata