TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

“Valorizzazione delle eccellenze che raccontano la nostra storia, i nostri territori e il nostro saper fare, ma soprattutto rafforzamento dei controlli anche sul web, la nuova frontiera dell’agropirateria”. Cosi’ Alessandra Pesce, sottosegretario al ministero delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo, in una nota diffusa poco prima di un incontro al Balsamico Village di Carpi, dedicato all’aceto Igp del Modenese, sulle scelte per la tutela del Made in Italy nell’anno del cibo italiano.

Annunciati anche Vittorio Sgarbi, l’assessore regionale all’agricoltura Simona Caselli con Vincenzo Gesmundo, segretario generale della Coldiretti e, tra gli altri, Alberto Carotenuto, rettore dell’Universita’ Parthenope di Napoli, in un talk show condotto dal critico enogastronomico Luciano Pignataro. Promozione e tutela, ha ribadito la sottosegretario Pesce, “la nostra identita’ passa anche da qui. Lo sanno bene i turisti, sempre piu’ numerosi – sottolinea – che da tutto il mondo vengono in Italia per scoprire i percorsi del gusto”. Dunque, esorta, “non subiamo il cambiamento, sfruttiamo al meglio l’innovazione e tutte le sue potenzialita’ per scrivere nuove grandi pagine del Made in Italy nel mondo”.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT