Luigi de Magistris e Alessandra Clemente
Luigi de Magistris e Alessandra Clemente in una foto di qualche anno fa

Una decisione annunciata

E’ Alessandra Clemente il candidato sindaco di Napoli proposto dal primo cittadino uscente, Luigi de Magistris. Clemente è assessore ai Giovani ed è titolare della delega alla Polizia municipale; figlia di Silvia Ruotolo, vittima innocente della camorra uccisa nel 1997 davanti ai suoi occhi, è entrata nella Giunta de Magistris a gennaio 2013.

“Ho ritenuto – spiega de Magistris – che Alessandra Clemente potesse essere la persona in questo momento utile per aprire un ragionamento con la città, al nostro interno, con la nostra maggioranza, con chi ha fatto il viaggio insieme a noi, con la città, con i partiti, con tutti. Credo che questo sia il metodo giusto”. De Magistris sottolinea che “non si tratta di una candidatura che va in continuità o in discontinuità” con la sua esperienza amministrativa: “Io credo – sottolinea – che l’esperienza di Luigi de Magistris sindaco, nel bene e nel male e ognuno darà le sue valutazioni, non sia ripetibile. E’ stata un’esperienza rivoluzionaria per come è nata e come si è costruita e per come si è lavorato in questi anni. Ma credo sia doveroso, da parte di chi ha costruito un’esperienza che oggi è unica in Italia, poter indicare che anche senza il leader, senza chi ha fatto per primo la rivoluzione da solo e poi insieme ad altri in questi anni, si possa esprimere una squadra per il governo della città, fatta di persone oneste, con le mani pulite, coraggiose, competenti, preparate, che davvero amano Napoli”.

ad
Riproduzione Riservata