sabato, Dicembre 3, 2022
HomeNotizie di Politica«Al Comune di Napoli solo un'ammucchiata ingestibile per Manfredi»

«Al Comune di Napoli solo un’ammucchiata ingestibile per Manfredi»

Piernicola Pedicini, europarlamentare del Movimento 24 Agosto – Equità Territoriale, a Stylo 24: «De Luca ha applicato alla Regione il sistema Salerno, in odore di corruzione. Sono state abbattute 36mila bufale per sospetta brucellosi, mettendo in ginocchio l’intero sistema»

“Ho cercato di combattere la deriva del M5s fino a quando ho potuto. Ma oggi non esiste più. E io sono contento di poter difendere, grazie al “Movimento 24 Agosto – Equità Territoriale”, il Meridione d’Italia. in questo momento sotto attacco dei grandi poteri del Nord”. Così, ai microfoni di Stylo24, nel corso del programma “Cinque domande a…”, Piernicola Pedicini, europarlamentare del Movimento 24 Agosto – Equità Territoriale, la formazione politico-culturale di Pino Aprile, di cui è vicepresidente dallo scorso agosto, dopo aver lasciato il M5s.

E proprio sui grillini e il loro ruolo al Comune di Napoli, l’on. Pedicini afferma: “La maggioranza consiliare a Napoli è una ammucchiata ingestibile, dove manca solo il M5s, che ha fatto finta di incassare un risultato elettorale, fingendo di nominare assessori, che invece appartengono ad altre forze politiche. Ancora una volta a pagare saranno i cittadini di Napoli”.

Ma se il giudizio su Palazzo San Giacomo non è dei migliori, ancora più duro è quello su quanto sta accadendo dalle parti della Regione. Proprio Pedicini è stato autore in Commissione Ue di una interrogazione per sapere quali misure si intendano adottare affinché anche in Campania si rispettino le norme europee per la diagnosi e l’eradicazione della brucellosi nelle bufale d’acqua di razza mediterranea, affermando, più in generale, che la filiera dell’allevamento di bufale è stata messa in ginocchio dal governo regionale. “Sono state abbattute 36mila bufale su 40mila per sospetta brucellosi, per capi poi ritenuti sani per la vendita di carne sulla grande distribuzione. La Regione Campania ha applicato le regole usando test per i bufali africani, che mal si adattano ai capi di razza mediterranea, abbattendo bufale che non andavano abbattute e colpendo l’intero settore. E’ stata una grave responsabilità”.

Più in generale, il giudizio sul governo De Luca è “molto negativo”. “Ha applicato – prosegue – il sistema Salerno, in odore di corruzione, alla Regione. Basti pensare a quanto ha fatto ottenendo la delega alla Sanità”.

Articoli Correlati

- Advertisement -