Un bossolo repertato dopo un agguato (foto di archivio)

Bernardo Torino (nipote dell’ex boss pentito Salvatore) è stato raggiunto da tre proiettili, ha riportato ferite alle braccia

Si torna a fare fuoco nell’area nord di Napoli. Indagini in corso per verificare il racconto reso dalla vittima dell’ultimo raid consumato in Corso Marianella. Otto le pistolettate, tre i colpi esplosi che hanno raggiunto il 34enne Bernardo Torino alle braccia. Immediatamente soccorso, è stato condotto presso il Cardarelli, le sue condizioni non sono gravi.

L’uomo – nipote dell’ex boss Salvatore Torino, quest’ultimo, scissionista dei Misso della Sanità, poi passato a collaborare con la giustizia – ascoltato dai carabinieri, ha detto di essere staro affiancato da due soggetti in sella a un motociclo in Corso Marianella 68, i quali avrebbero esploso colpi d’arma da fuoco al suo indirizzo per rapinarlo dell’ orologio. Sul luogo è stata rinvenuta l’auto della vittima con 3 fori nella fiancata. A terra 5 bossoli. Sull’episodio indaga la compagnia Vomero. Rilievi a cura del Nucleo Investigativo di Napoli.

ad
Riproduzione Riservata