L'esterno del carcere di Avellino
L'esterno del carcere di Avellino

Violenta aggressione ai danni di un agente della polizia penitenziaria, che è stato bloccato e picchiato da tre persone recluse nella casa circondariale di Ariano Irpino.

Nuovo caso di aggressione ai danni di un agente della polizia penitenziaria. Questa volta è avvenuto nel carcere di Ariano Irpino (Avellino), dove un poliziotto è stato prima bloccato e poi preso a schiaffi e pugni da tre detenuti. Solo grazie all’ intervento dei colleghi della vittima si è evitato il peggio. All’agente, portato subito in ospedale, sono state diagnosticate contusioni toraciche guaribili in 10 giorni.

“Basta aggressioni al personale di polizia penitenziaria, – commenta Ciro Auricchio, segretario regionale dell’Uspp – quanto accaduto dimostra l’urgenza dell’inasprimento delle pene per i reati di aggressione al personale di polizia penitenziaria. Chiediamo inoltre l’annullamento dei benefici di legge per i detenuti che si rendono protagonisti delle aggressione. Il carcere di Ariano ha bisogno di un incremento di personale immediato non più rinviabile. Al collega aggredito giunga la solidarietà del sindacato“, conclude Auricchio.

ad
Riproduzione Riservata