Un sequestro di sigarette di contrabbando

Si indaga per comprendere a chi fossero destinate le sigarette di contrabbando trovate all’aeroporto di Napoli. I finanzieri della compagnia di Capodichino, assieme ai funzionari dell’Ufficio delle Dogane in servizio all’aeroporto partenopeo, hanno scoperto nei bagagli di cinque cittadini di origine russa, di età compresa tra i 35 ai 60 anni, 90,14 chilogrammi di sigarette di contrabbando di varie marche. La scoperta è avvenuta al culmine di un controllo dei finanzieri nei confronti dei cinque passeggeri appena atterrati da Mosca.

ad

Il gruppetto, dopo il ritiro dei bagagli stava cercando frettolosamente di uscire dall’aeroporto quando è stato bloccato dai militari. Traditi dal nervosismo, dal controllo dei bagagli è emerso l’ingente carico: 450 stecche di sigarette di contrabbando. Per i cinque passeggeri russi è scattata la denuncia con l’accusa di contrabbando.

Riproduzione Riservata