monumentando danni inchiesta napoli
Installazioni pubblicitarie sulle Torri Aragonesi (immagini di repertorio)

Stop al restauro di dieci monumenti cittadini, Palazzo San Giacomo chiede alla Uno Outdoor oltre 600mila euro

Niente da fare, il contenzioso tra Comune di Napoli e società Uno Outdoor è insanabile, e bisogna dire addio al progetto Monumentando, non saranno restaurati dieci monumenti cittadini. Il progetto era stato appaltato per circa tre milioni e mezzo di euro, alla Uno Outdoor, unica partecipante alla gara. Palazzo San Giacomo, però, adesso revoca in autotutela, la procedura; lo fa attraverso il provvedimento che porta la firma di Monica Michelino e Salvatore Napolitano, rispettivamente funzionaria e dirigente dell’area Trasformazione del Territorio. Come riporta l’edizione odierna del Corriere del Mezzogiorno, nell’articolo a firma di Fabrizio Geremicca, la revoca nasce dal contenzioso che si è aperto tra Palazzo San Giacomo e la Uno Outdoor, dopo che il Comune di Napoli ha provato a modificare il rapporto con la società, per adeguarsi alle censure formulate dalla delibera dell’Anac del giugno 2017. All’orizzonte un altro contenzioso legale, perché il Comune sostiene di essere in credito con Uno Outdoor di oltre 600mila euro, vale a dire il corrispettivo degli incassi della esposizione pubblicitaria sulle Torri Aragonesi, avvenuta tra il 19 febbraio ed il 28 novembre del 2018. Esposizione pubblicitaria, che, argomentano da Piazza Municipio, sarebbe stata ingiustificata.