L'ospedale Pascale di Napoli

Raggiunto il primo accordo tra l’ospedale Pascale di Napoli e gli Scavi di Pompei, dove i pazienti oncologici avranno accesso gratuito ai siti del Parco Archeologico

Una bella iniziativa, la prima ed unica in Italia, è nata dall’accordo tra l’Istituto Nazionale Tumori Pascale di Napoli e i siti del Parco Archeologico di Pompei. L’arte è stata, infatti, riconosciuto come parte integrante di un processo terapeutico per i malati oncologici.

Con l’entrata della prossima primavera, probabilmente anche prima, e emergenza Covid permettendo, sarà consentito ai pazienti oncologici dell’ospedale Pascale l’accesso gratuito agli Scavi di Pompei, in aggiunta ci sarà uno sconto del 20% sul biglietto dell’accompagnatore. Nel corso di questi mesi di chiusura forzata a causa del Coronavirus, si è provvisto a rendere possibile il primo accordo e a disporre di una card, che sarà rilasciata a tutti i pazienti che sono stati e sono tutt’oggi in cura presso l’Istituto Pascale.

ad

Come riporta ‘Ansa’, lo scopo di questo progetto è quello di dare al patrimonio culturale un ruolo attivo nei trattamenti complessi e duraturi a cui sono sottoposti i malati più vulnerabili.

Riproduzione Riservata