Annunciata la prossima realizzazione di un mercato multietnico.

Il disagio degli abitanti della zona limitrofa a Piazza Garibaldi “è dovuto anche un ingolfamento di attività mercatali, per questo con un milione già stanziato realizziamo dall’altra parte della Piazza, nella zona del Terminus un mercato dei colori e dei fiori multietnico che risolverà le congestioni in via Bologna e Corso Novara”. Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris a margine dell’inaugurazione del nodo intermodale di Piazza Garibaldi, rispondendo anche alle proteste di una ventina di residenti che hanno mostrato cartelli “Benvenuti nell’inferno del Vasto”.

“Siamo deluse e arrabbiate”, hanno rimarcato alcune donne residenti nel quartiere, munite di cartelli di protesta. “Si inaugura una piazza, ma le strade laterali restano invivibili. Siamo deluse e arrabbiate con questa amministrazione per le tante promesse fatte e non mantenute”. Alla base del malcontento la criminalita’ diffusa nella zona, il traffico, la poca pulizia e la presenza, fra le piu’ popolose della citta, di diverse comunita’ di migranti.

De Magistris ha sottolineato che “i mercati abusivi di via Bologna sono difesi anche da molti abitanti del Vasto e quindi distinguiamo le proteste politicizzate dal disagio dei cittadini”, sottolineando che la nuova area mercatale “sarà anche una risposta al disagio di Corso Garibaldi e Porta Nolana. Io so che questa sfida si deve vincere ma non solo dal sindaco perché se si vince, vince Napoli altrimenti perde Napoli”.