abc

Dopo la delibera 41 del 2017 con cui l’azienda speciale Acqua Bene Comune dava avvio all’operazione di assorbimento della società partecipata Net Service, dal Comune di Napoli arrivano segnali positivi per l’internalizzazione dei dipendenti della società. Il sindaco, Luigi de Magistris, insieme al commissario straordinario di ABC, Sergio D’Angelo, ha incontrato i lavoratori di Net Service annunciando che il Comune di Napoli è pronto a dare attuazione alla delibera approvata da ABC per assorbire 90 dipendenti della società.

“Questo è un passaggio di svolta per il futuro di aziende come l’ABC – spiega il sindaco de Magistris -. L’amministrazione comunale, grazie alla lettura normativa attenta della squadra di Sergio D’Angelo, è oggi compatta e protesa a sostenere la tesi che un piano di riassetto delle partecipate renderà l’ABC un’azienda sempre più solida. Posso assicurare che porteremo a casa questo risultato, andando avanti, caricandoci il peso di questa sfida e difendendola in tutte le sedi opportune. L’ABC deve avanzare, deve diventare un’azienda pubblica solida e che sia in grado di esportare il modello acqua pubblica anche nell’area metropolitana”.

ad

La delibera 41 del 2017 approvata da Acqua Bene Comune prevede l’assorbimento della Net Service, società che svolge una serie di attività strumentali alla missione principale dell’ABC, e l’internalizzazione di 90 dipendenti tra operai, impiegati e dirigenti: tutto il personale di Net Service viene così gradualmente inserito in ABC. Il piano di razionalizzazione e riassetto delle partecipate garantirà un’armonizzazione dei contratti, un più sereno futuro lavorativo per i dipendenti di Net Service, una serie di vantaggi economici e un’efficientamento sostanziale dei processi aziendali del core business di ABC.

“In Net Service lavorano donne e uomini che lavorano in ABC da tanto tempo: per l’azienda – commenta il commissario straordinario, Sergio D’Angelo –, rappresentano un patrimonio di esperienze e competenze su cui abbiamo investito e che non possiamo correre il rischio di perdere. L’assorbimento dei dipendenti di Net Service in ABC non è solo un atto di grande giustizia nei confronti di 90 lavoratori; si tratta di un’operazione legittima e conveniente per l’azienda che ci consentirà di risparmiare circa 1 milione e mezzo di euro ogni anno. La vicinanza dimostrata dall’amministrazione comunale è un passaggio fondamentale così come quella del sindaco de Magistris, per la prima volta in visita a una controllata di ABC. Grazie al nostro lavoro, l’amministrazione è ora pronta ad andare avanti con quest’operazione perché i nostri lavoratori, il nostro capitale umano, sono un patrimonio che non possiamo disperdere”.

Sarà: intanto l’ex Arin oggi conta qualcosa come 50 milioni di euro tra debiti e servizi forfettari e fontane idriche che il bilancio comunale non riconosce all’azienda.