lunedì, Gennaio 24, 2022
HomeNotizie di AttualitàIl Monte Epomeo si abbassa e arrivano i terremoti a Ischia

Il Monte Epomeo si abbassa e arrivano i terremoti a Ischia

Il lento ma continuo abbassamento del Monte Epomeo potrebbe essere la causa dei maggiori sismi che in passato hanno colpito l’isola, compreso quello del 21 agosto 2017. A dare questa interpretazione, utilizzando anche i dati dei satelliti, è uno studio condotto da ricercatori italiani di Ingv e Cnr, in collaborazione con Dipartimento della Protezione Civile, pubblicato su Geophysical Research Letters. Secondo i ricercatori, la causa principale del terremoto di magnitudo 4 che l’estate scorsa ha colpito Ischia “potrebbe essere il carico esercitato dalle rocce che formano il blocco del Monte Epomeo su altre, meno rigide e dal comportamento duttile, che si trovano a circa 2 km di profondità”.

“L’abbassamento di questo blocco genera sismicità lungo una superficie di discontinuità subverticale, estesa in direzione est-ovest per circa 2 chilometri e profonda altrettanto” è l’ipotesi di un team di ricercatori dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia-Osservatorio vesuviano di Napoli, dell’Istituto per il rilevamento elettromagnetico dell’ambiente e dell’Istituto di metodologie per l’analisi ambientale di Potenza del Consiglio nazionale delle ricerche, in collaborazione con il Dipartimento di protezione civile di Roma.

“La disponibilità dei dati radar satellitari della costellazione Sentinel-1, del programma europeo Copernicus, e quelli della costellazione COSMO-SkyMed, dell’Agenzia spaziale italiana e del Ministero della Difesa -evidenzia Riccardo Lanari, direttore del Cnr-Irea- ha permesso di rilevare un abbassamento del suolo fino a un massimo di 4 centimetri conseguente all’evento sismico, in un’area a ridosso di Casamicciola Terme”. La faglia, associata all’evento, è localizzata a una piccola profondità nel settore settentrionale dell’isola, alla base del Monte Epomeo.

Leggi anche...

- Advertisement -