Il Carcere di Secondigliano
Il carcere di Secondigliano

La mala dell’area Nord

Sale a 35 il numero delle persone assicurate alla giustizia, nell’ambito dell’inchiesta avviata nei confronti del nuovo gruppo malavitoso cosiddetto di Abbasc’ Miano. Nelle scorse ore, il 35esimo destinatario di misura cautelare, il solo che mancava all’appello dopo il blitz dei giorni scorsi, si è consegnato, varcando i cancelli del carcere di Secondigliano. Si tratta di Angelo Vitale, cinquantuno anni. L’uomo risponde di traffico di droga, secondo l’accusa si sarebbe occupato della gestione della piazza di spaccio di cocaina, di Via Janfolla. La notizia è stata riportata dal quotidiano Il Roma, nell’articolo a firma di Luigi Sannino.

Riproduzione Riservata