Palazzine di edilizia popolare a San Pietro a Patierno (foto di repertorio)

L’altarino allestito per ricordare e celebrare il nipote del boss

Senza freni il fenomeno delle «edicole votive» realizzate per ricordare e celebrare persone orbitanti intorno ad ambienti malavitosi. Dopo i murales per i baby-rapinatori Luigi Caiafa e Ugo Russo (per quest’ultimo è stata edificata anche una sorta di «cappella», ndr), nella zona settentrionale della città, a San Pietro a Patierno, è spuntato l’«altarino» eretto in memoria di Benvenuto Gallo, assassinato lo scorso novembre in Via Comunale della Luce.

Gallo era nipote di Carmine Grimaldi, anche detto bombolone (pure lui fu ucciso durante un agguato, ndr), e ritenuto un elemento di spicco della mala di San Pietro a Patierno. La notizia dell’edicola votiva (realizzata nei pressi del Parco 4 Aprile) è stata riportata dal quotidiano Il Mattino, nell’articolo a firma di Giuseppe Crimaldi.

ad
Riproduzione Riservata