Napoli, fila all'hub vaccinale di Capodichino

Un lettore di Stylo24 ci invia alcune foto scattate presso l’hub di Capodichino, dove l’attesa per entrare e avere la propria inoculazione non avviene proprio secondo canoni di sicurezza.

Continua la campagna vaccinale a Napoli, dove, dopo la chiusura di tre giorni alla fine della scorsa settimana per mancanza di dosi Pfizer, tutto sembra ripreso alla normalità. O meglio, una normalità anormale, se così vogliamo definirla. Sì perché, come testimoniato dalle fotografie scattate presso l’hub di Capodichino e inviateci questa mattina da un lettore di Stylo24, è davvero difficile definire normale la “fila” per entrare nell’hangar Atitech dove avvengono le inoculazioni. Persone ammassate senza mascherina, nessun distanziamento, assembramenti, per una organizzazione che definire rivedibile è utilizzare un eufemismo.

Leggi anche / Caos alla Stazione Marittima per la campagna di vaccinazione – VIDEO

ad

Per fortuna e competenza dei sanitari e dei volontari della Protezione civile, all’interno, invece, tutto si svolge alla perfezione. Ma cosa succederebbe se anche solo una persona di quella “fila” all’ingresso avesse il Covid? E se, a voler essere fortunati, infettasse anche solo un minimo numero dei presenti al suo fianco? Con una pandemia ancora in corso e persone che continuano a infettarsi e morire, forse sarebbe il caso che qualcuno si ponesse queste domande e, soprattutto, trovasse loro le giuste risposte.

Riproduzione Riservata