Lo scorso 11 novembre, intorno alle 7.00 del mattino, ha rapinato uno studente 13enne e puntandogli una pistola alla gola si è fatto consegnare un telefonino smartphone di ultima generazione. Ieri, gli agenti del commissariato di Polizia Dante, a Napoli, hanno arrestato il responsabile: G.N., 48enne napoletano con precedenti di polizia per il reato di rapina aggravata.

IL PREGIUDICATO HA MINACCIATO UN 13ENNE
PUNTANDOGLI UNA PISTOLA ALLA GOLA

I poliziotti lo hanno bloccato nella sua abitazione di Via Matteo Renato Imbriani, in esecuzione dell’ordinanza emessa dalla Procura della Repubblica Presso il Tribunale di Napoli, in seguito ad un’accurata indagine effettuata dai poliziotti.

ad

L’uomo, dopo aver parcheggiato il suo scooter, si è tolto il casco e ha avvicinato il 13enne, intento ad ascoltare musica dal suo smartphone mentre si recava a scuola. Quindi lo ha minacciato con una pistola e lo ha costretto a consegnargli lo smartphone per poi fuggire via a bordo dello scooter. L’uomo è stato condotto al carcere di Poggioreale.