Il pm antimafia Francesco Curcio e’ la proposta unanime dalla V commissione del Csm per la poltrona di procuratore capo a Potenza. La commissione poi si e’ divisa per la proposta di un aggiunto a Napoli. Il sostituto Raffaello Falcone ha avuto i voti di Palamara (Unicost), Ardituro (Area) e Balduzzi (Cs), mentre Giancarlo Novelli quelli di Forteleoni (Magistratura indipendente), Morgigni (Autonomia e indipendenza) e Zanettin (Cd). Con il criterio dell’anzianita’, pero’, prevale Falcone che diventa la proposta della commissione.

Il pm Raffaello Falcone
Il pm Raffaello Falcone

Francesco Curcio, sostituto alla Procura nazionale antimafia, e’ stato nel pool di pm delle inchieste napoletane piu’ scottanti degli ultimi anni: P4, compravendita dei senatori, Finmeccanica. Dopo la proposta della commissione unanime come procuratore di Potenza, l’ultima parola tocca al plenum del Csm. Per la proposta di procuratore aggiunto a Napoli, Raffaello Falcone, si e’ occupato delle inchieste Global Service, ed era nel pool che ha inferto duri colpi alla cosca dei Casalesi con gli arresti di Zagaria, Iovine e Setola. Con lui proposto anche Giancarlo Novelli che come pm a Napoli ha trattato inchieste sulla criminalita’ economica e sui gli sprechi nella pubblica amministrazione: e’ sua l’inchiesta sui rimborsi ‘truffa’ alla regione Campania.