I Carabinieri del nucleo Operativo della Compagnia Napoli Stella hanno arrestato tre persone per produzione e spaccio di stupefacenti alle ‘Case celesti’, famigerata piazza di spaccio e storica roccaforte del clan Marino, nel quartiere Secondigliano. Le indagini sono state avviate a settembre 2017. I militari, a seguito di difficoltosi appostamenti, anche notturni, notavano i tre accedere più volte sul tetto di un palazzo dell’insediamento popolare. Al fine di poterne accertare i movimenti all’interno del palazzo, si decideva di installare, una microcamera all’interno del ballatoio che dava accesso al tetto.

La droga veniva nascosta grazie a un lungo cassone che scorreva su binari all’interno di una parete dell’ultimo piano che dava accesso al terrazzo. Sono stati sequestrati cinque kg di cocaina, eroina, crack ed anfetamine, insieme alla contabilità della ”piazza di spaccio”. Gli arrestati, tutti già noti alle forze dell’ordine, sono stati portati nella Casa Circondariale di Poggioreale. Si tratta di Raffaele Engheben (53 anni), Gaetano Magro (44) e Gennaro Montagna (29).